lunedì 17 luglio 2017

Mini modella.

E' stato un pochino difficile fotografare la mia nipotina con il nuovo pagliaccetto, ancora non sta in piedi da sola, quindi non si vede bene. Comunque le sta d'incanto! 💖💖💖💖

Comoda e fresca!

sabato 15 luglio 2017

Pagliaccetto bimba.



Questa volta ho voluto cimentarmi in un lavoro per niente facile per me: un pagliaccetto per la mia nipotina. Ne ha diversi ma tutti abbastanza chiusi con colletto e maniche, quindi abbastanza pesanti per il clima caldo ed afoso che abbiamo qui da noi. Tra l'altro la piccola suda moltissimo, patisce molto il caldo. Ho pensato, perciò, di cucirle un pagliaccetto a canottiera che sia comodo e fresco. Stando in carrozzina (od in braccio) i vestitini si stropicciano dietro la schiena facendo uno spessore fastidioso, mentre i pagliaccetti stanno ben tesi e non creano disagi. Ho quindi iniziato a cercare fra le annate di Susanna solo Bimbi (ed altre riviste) che possiedo, ovviamente non trovando nulla! Poi ho provato su Google dove ho trovato sì dei pagliaccetti, ma con tutorial o cartamodelli a pagamento. Alla fine ho preso uno dei pagliaccetti che usa abitualmente e mi sono creata il cartamodello da sola. Ci ho messo un mese per farlo, perchè non sapevo come muovermi, alla fine è venuta fuori una cosina davvero graziosa e ne sono orgogliosa. Quello che sicuramente non farò mai più è di cucirne un altro! Perchè ho avuto serie difficoltà specialmente con la mutandina, il sopra è stato relativamente facile.
Ho infatti iniziato con il sopra, che invece di bordare con lo sbieco, ho preferito cucirlo in doppio per dargli più corpo. Quindi 2 davanti e 2 dietro, dritto contro dritto e rigirati, semplicissimo

 
 
 

Per la mutandina ho perso molto tempo perchè non volevo farla in doppio (non avendo più stoffa), e non sapevo come attaccarla al sopra. Inoltre il dietro, senza volerlo, è venuto più alto, così ho pensato di fare una finta cinturina in vita sul davanti (per compensare la misura mancante) che ho cucito stando bene attenta a far combaciare il disegno dei fiorellini. Un'altra cosa difficile per me, è stato scegliere un tipo di abbottonatura per il sotto, dato che non ho "sustine" (da noi sono chiamati così i bottoni a pressione) così piccole. Al supermercato, per caso, ho avuto una folgorazione: ho trovato delle prolunghe per reggiseni che ho pensato di ritagliare e cucire di sotto, un po' come sono fatti i body intimi da donna

 
 

Una volta attaccati i due pezzi, è stato tutto più facile, con l'inserimento degli elastici e l'attaccatura dei bottoni

 

In un prossimo post mostrerò anche come le sta addosso: il rosso le sta proprio bene!!!

💖💖💖💖💖💖💖

PS: questo modello viene infilato dai piedini, perchè le spalline sono apribili con i bottoncini, quindi non occorre fare l'apertura sulla schiena come normalmente sono i pagliaccetti in vendita nei negozi. Questo è un'altro bel motivo per non irritare la pelle delicata dei bimbi con metallo che al sole può scottare (infatti la nostra Anna ha avuto per parecchio tempo il segno di un bottoncino a pressione nell'interno coscia, come fosse un marchio a fuoco!). Inoltre l'apertura sottostante è agevole per cambiare il pannolino senza denudarla.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...