giovedì 31 luglio 2008

Ebbene...

... non lo credevo possibile, ma sono stata contagiata anch'io dalla Tildite!


Mi sono costate (quasi) più le spese postali, che questi meravigliosi libri, quindi corro a vedere se ne vale la pena, come dite voi!

Aggiornamento:
2 libri bellissimi, con tanto di spiegazioni molto chiare. Adesso capisco perchè tutto ciò che è Tilda impazza! I lavori sono stupendi ed hanno un'ambientazione che fa venir voglia di arredare casa tutta in stile Tilda, cioè in colori pastello e fiori! Peccato che in questo periodo io non abbia voglia di far niente, con questo caldo afoso. Ma senz'altro inizierò al primo temporale!

giovedì 24 luglio 2008

80.000 visite!

Sono emozionata: fra poco saranno 80.000 le visite che ho ricevuto da quando ho aperto il blog, esattamente un anno e mezzo fa! Vi ringrazio tutte per la vostra perseveranza, devozione ed amicizia virtuale.

GRAZIE !!!

martedì 22 luglio 2008

Ho rifatto...

... il "cappello" alla lampada!


Mi dispiaceva buttarla via così ho preso spunto da un giornale che ne aveva uno simile ma fatto molto, molto meglio! Il mio non sta fermo, non riesco a fissarlo ed è molliccio. Qualcuna potrebbe aiutarmi a trovare una soluzione? Forse dovrei cercare un'anima bombata, ma non so dove si acquistano. O forse dovrei irrigidirlo come si fa con i centrini (ma non so come si fa). Grazie.

Riveduto e corretto il 13 agosto, su consiglio di Federica


Graficopsp.

Ops... mi ero scordata di questo premio, assegnatomi da Cris, per la grafica del blog! L'ho già ringraziata, ma mi sono scordata di postarlo. Stavo rileggendo i vostri commenti da parecchi post in qua, visto che ultimamente non ho molto tempo e li leggo in velocità, e mi sono accorta che qualcosina può essermi sfuggita: chiedo scusa. Questo premio si assegna ai blog che si distinguono per il loro disegno, creatività e contenuto e devo assegnarlo ad altre 3 blogghine, quindi anche per questo ci penso su.
Aggiornamento.
Mie care, ci ho pensato e ripensato: siete ben più di 3!!! Che faccio? Ne nomino qualcuna in più? Magari 10,  conto tondo.
Vado in ordine alfabetico:
AlessandraChiara, Emanuela, Francy, Manu, Maristella, Martina, Sara, Stefy e Valentina.
Questi blog hanno tutti una grafica molto carina, country come piace a me e molto colorata. Ma tutti i vostri blog sono bellissimi!

Creative blogger.

http://3.bp.blogspot.com/_4dODHkS8nFw/SJJktmbQuyI/AAAAAAAAC4o/TEt0uU8BXg4/S220/kreativbloggeraward.JPG



Continuano a girare un sacco di nuovi premi e voi continuate a premiarmi!

Ne sono lusingata!!! Ciò vuol dire che "vi piaccio"!
Questo mi è stato conferito da Daniela con la seguente motivazione: a Serena, per la sua capacità nello svolgere lavori anche maschili, vedi svita/avvita, e per cercare nei mercatini sempre idee nuove per i suoi ricami.
Mi ha fatto sorridere, perchè un po' maschio, ogni tanto, mi ci sento!
Ora dovrei essere io a premiare altre 5 blogghine, ma fatemici pensare un po' su.

Aggiornamento.
Niente da fare, non riesco a decidere! Vi ho visitate tutte! E tutte, dico tutte, siete bravissime, fate dei lavori stupendi che ogni tanto mi piace copiare, ed avete una fantasia che non riesco nemmeno a descrivere. Non so come vi venga in mente di realizzare certi capolavori! Siete magnifiche, ragazze, e dedico questo premio a tutte voi, che mi stupite ogni giorno!

lunedì 21 luglio 2008

Per mamy.


Ha visto le pochette che ho confezionato per Marina e Francy ed ha esclamato: "ne voglio una anch'io"! Poi, purtroppo, ha aggiunto: "però dev'essere marrone, perchè così mi sta bene con tutto e posso andarci anche alla Messa la domenica". Gulp! Marrone? Non so se il marrone sta bene con questa tinta di lino! E poi non so se ho stoffine marroni! Vabbè, io la faccio, poi se non le piace ne farò un'altra

 
 

Premetto che io non ne sono soddisfatta al 100%, anzi, non mi piace per niente (ma lei ieri sera mi ha telefonato che le è piaciuta tantissimo, magari sarebbe stato meglio un tantino più grande e meno trapezoidale! E vorrei saperlo anch'io perchè mi è venuta trapezoidale!!!), così le ho pure confezionato un cuscino per indorare la pillola! Ho trovato uno schema gratuito nel blog di Isabelle Vautier e l'ho ricamato in quattro e quattr'otto con una tinta di filo che è identica al colore della stoffina a cuori che ho usato. Ci sono rimasta un po' male perchè lo schema sembrava più grande, invece è piccolissimo! Se avessi avuto più tempo, avrei ricamato tutto intorno una bella cornicetta. E per staccare ho cucito della passamaneria in netto contrasto: verde acqua

 
 
 
 
 

Le è piaciuto tutto (anche perchè abbiamo gusti completamente diversi)!

Terza domenica...

... del mese, mercatino dell'usato di Gradisca. Anche oggi ho trovato qualcosina: un paio di forbicine mooolto lavorate, carinissime (per la mia collezione) e due pezze di cotone con degli splendidi ricami, una delle quali mi serve per... lo scoprirete fra qualche giorno!

 
 
 

Domani, invece, vi mostrerò cosa ho cucito in questi giorni per la mia dolce mammina. Buona domenica.

mercoledì 16 luglio 2008

Evviva!!!

       Ci sono riuscita! Il mio tesssoro! Sarà il c**o della principiante?
Sapete qual'era il problema? Ora ve lo posso svelare: questo ricamo l'ho fatto per la scatola Secrets d'été, ma siccome il coperchio della scatola ha il vetro, nel senso che il coperchio ha un buco, dall'interno si vede il retro del ricamo che non sapevo come nascondere. Come già sapete non butto mai via niente, e ieri pomeriggio, cercando nell'armadio qualche idea, ho trovato nientepopòdimenochè... un cartoncino con un lato in velluto blu! Ma dove cavolo l'avrò trovato? Giuro che non me lo ricordo proprio. Fatto sta che era proprio quello che mi serviva! Peccato solo per il colore blu, era meglio marrone, ma piuttosto che niente... Avevo anche pensato di metterci una stoffa in tinta, ma essendo il vetro rotto, ho preferito mettere qualcosa di più solido.Tornando al coperchio, per chi non mi credesse che l'ho confezionato io, ecco un paio di passaggi con relative foto: ho incollato il vetro con l'Attack, ci ho appoggiato un foglio di ovattina ed infine il ricamo stirato (il fatto che la stoffa sia a quadretti mi ha aiutata molto nel centrarlo), che ho saldato dietro con qualche punto di filo. Infine ho coperto il tutto con il cartoncino (che ho incollato) ed ho rimesso i fermavetro con le vitine

 

Qui si vede che ho dovuto togliere il coperchio dalla scatola per lavorarci meglio


Ed ecco il risultato finale

 
 

Purtroppo il coperchio resta leggermente aperto causa lo spessore, ma cercherò in qualche ferramenta una chiusura adatta.
Ed ora un piccolo consiglio (non ridete, la cosa è seria!) a chi, come me, non ama chiedere aiuto al marito nei piccoli lavori domestici: premunitevi di un cacciavite svita/avvita


Io l'ho trovato in uno di quei cestoni del supermercato dove trovi tutto a 1 euro, tutto a 2 euro e tutto a 5 euro. Mi è costato 5 euro, ma non vi dico l'utilità! E' a batteria, quindi non si fa fatica ad avvitare o a svitare e mi è servito proprio per questa scatola. Ha anche parecchi tipi di punte per vari tipi di viti. Insomma, è un mio fedele compagno da parecchi anni, e con tutto quello che appendo alle pareti... se aspetto quel bradipo di mio marito... campa cavallo!

 
Aggiornamento:

ho rinforzato l'interno del coperchio con quattro angolari ed ho aggiunto una chiusura sul fronte della scatola

 

martedì 15 luglio 2008

Non...

... lasciatevi ingannare! La strada è ancora lunga!



Anche perchè non so proprio come si fa!

giovedì 10 luglio 2008

Pochette.

Oggi c'è stato il family-tour, cioè siamo stati a Trieste per fare la vaccinazione a Bianca e di conseguenza siamo andati a far visita ai miei genitori ed a mia sorella. Per non andare a mani vuote da mia sorella (visto che so che lei mi cuce sempre qualcosa, ed infatti mi ha confezionato ancora due camicette stupendissime), ieri ho cucito questa pochette (la mia prima pochette) dopo essermi innamorata di quella meraviglia creata da Federica. E' stata una cosa lunga e faticosa, ho anche disfatto tre volte perchè avevo sbagliato alcuni passaggi, ma alla fine ne sono stata molto soddisfatta

 

Quando mia figlia l'ha vista, ne ha voluta una anche lei, ma molto più piccola, per il trucco. E la seconda è stata uno scherzo, ormai ho imparato come si fa ed ho intenzione di farne ancora altre in altri colori

 
 
 

Da notare le stoffine in pandant!

martedì 8 luglio 2008

A...

... comme Amour!


Ps: sono a metà strada, eh!

sabato 5 luglio 2008

Così...

... lavato ed incorniciato, trovo che sia una meraviglia! Non l'avrei mai detto! E non pensavo nemmeno di metterci una cornice bordeaux, bensì in legno scuro, ma quando ho visto questa, mi sono detta: eccola, è la sua. 


Cara Julia Pfann, chissà chi eri!?!

mercoledì 2 luglio 2008

Scatole.


Siccome  non ho niente di nuovo da mostrarvi (con questo caldo non riesco neanche a pensare a quale nuovo lavoro iniziare), posto le foto di due lavoretti fatti a decoupage un bel po' di tempo fa: una scatola con dei mughetti in cui mia figlia ripone i suoi ricordi

 

ed una scatola in cui tengo le mollette per il bucato

 

Questi sono stati i primi ed unici esperimenti di decoupage con tovagliolo che ho fatto, e che ho abbandonato subito perchè è difficile e ci vuole troppa pazienza!

Alla Lanterna...

... o, come popolarmente chiamiamo noi triestini questo bagno comunale: al Pedocìn. E' l'unica spiaggia in Europa, se non in tutto il mondo, in cui sono divisi gli uomini dalle donne, in cui anche una donna in sovrappeso o anziana o che comunque si vergogna, come me o mia sorella, può andarci a fare il bagno senza problemi. Mi reputo fortunata ad essere nata qui! Credo di essere stata in pochissime altre spiagge, nella mia vita, a Barcola una volta sola, a Sistiana e a Muggia forse due o tre rispettivamente, sulla costa istriana da bambina qualcosa in più, ma basta. Non so cosa avrei fatto, se non ci fosse stata la Lanterna. C'è stato un tempo in cui era in forse la sua chiusura, ma, dico io (e non solo io), se la gente fosse contraria a questo bagno, non ci sarebbe tutto quel carnaio di donne ammonticchiate una accanto all'altra dove non c'è un posto neanche a pagarlo a peso d'oro! Dalla parte degli uomini si sta un pochino meglio, loro sono di meno (ma solo perchè i bambini preferiscono stare con le mamme). Potrebbero spostare il muro in modo che la spiaggia delle donne prenda tre quarti, agli uomini ne basta uno. Ma guai, dico guai, a chiudere questo stabilimento, dove ci si dà appuntamento con le colleghe o le amiche, dove si fanno nuove amicizie, dove ci si ritrova tutti gli anni un po' più invecchiate, dove si può "babar" su tutto, dove si può azzardare a togliersi il pezzo di sopra senza vergogna. Dove anche le bimbe di nove anni hanno la cellulite e tu lì ti senti una miss! Si può fare tutto quello che una non fa se ci sono uomini nei paraggi, anche stare immobile in piedi a scrutare l'orizzonte con aria ebete! Questa è una foto degli anni cinquanta con il muro ben in evidenza


e QUI ho trovato un raccontino divertente scritto da un signore nel 2005, come dire: el Pedocìn dalla parte che noi donne non conosciamo.
Ps: da quando ho cambiato città, purtroppo, non ci vado più tanto spesso, ma mia figlia mi ha riferito che è tutto sempre uguale. Che nostalgia! Anche perchè adesso che ho ben sei chiletti in più... dove vado?

martedì 1 luglio 2008

Non so proprio resistere!

Credete che io sia un po' fuori di testa? Io sì! Ma quando vedo queste delizie in legno, provenienti dalla Francia, e magari un tantino scontate perchè fallate, non vedo perchè devo violentare me stessa con una resistenza illogica, visto che, come ho già detto altre volte, non spendo mai per me stessa.
Il primo è un portaposta che cercavo da tempo, da appendere magari in cucina per riporre la posta del giorno cosicchè ognuno si prenda la sua. Ha anche dei gancetti, il che non guasta. Caruccio, ma li vale tutti!


La seconda è una scatola con scritta francese ed il vetro ROTTO: ottimo per ottenere uno sconto abbastanza consistente (ho pagato meno della metà ma soprattutto perchè la commessa è stata troppo supergentile e coccola!) e visto che il vetro non mi serve perchè ho intenzione di ricamare qualcosa tratto da De fil en aiguille...


E questa è Bianca che è riuscita a rubarmi una caramella ed a nascondersi sotto il letto


Tranquille, con la scopa sono riuscita a toglierle la caramella prima che la scartasse e la ingoiasse (è di quelle frizzanti, quindi non so cosa poteva succederle nel caso le fosse andata di traverso!).
Ps: il negozio è sempre lo stesso: la Form di Cormons.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...