venerdì 30 novembre 2007

Mobiletto con cuori.

Vi ricordate del mobiletto che ho postato l'11 di novembre? Ne ho visto uno simile nel blog di Blandine e mi è piaciuta l'idea di farne un armadio in miniatura: è divertentissimo! Peccato che il mio abbia una sola scansia.
Il suo interno comincia a prendere forma! Per il momento ho fatto solo un lenzuolino, una tendina, un cuscinetto ed una cappelliera (la mia prima scatolina rivestita) con ricamato (1 su 1) un cuore di De fil en aiguille. Se riesco a trovarla, vorrei acquistare una stoffina a fiori della stessa tinta di quella a quadretti, beige e bordeaux, per fare altri lenzuoletti e una in spugna per gli asciugamani



 
 

Come mi aveva suggerito Eilan in un commento sotto il suddetto post, vorrei ricamare anche 4 cuori da inserire nei buchi delle antine, ma proprio non ho la più pallida idea di come fissarli dietro (vorrei farli imbottiti perchè il foro è abbastanza profondo). Se qualcuna mi può dare un consiglio, ne sarei felice.

lunedì 26 novembre 2007

La mia storia nel punto croce.

Come vi ho anticipato nel precedente post, vi mostro alcuni lavori che ho fatto all'inizio della mia "carriera nel punto croce". A rivederli ora mi viene da ridere, ma sono comunque orgogliosa di ogni crocetta che ho ricamato, anche perchè ho sempre studiato nei minimi dettagli il lavoro che andavo a svolgere.
Inizio la carrellata con questa tendina per la finestra del bagno del mio vecchio e amato appartamentino di 40 mq, di cui vi ho già parlato e straparlato




Quasi tutti i lavori che vedrete sono tratti da "Le idee di Susanna", il primo giornale di ricamo a punto croce che ho conosciuto tramite una mia ex collega di lavoro che mi ha iniziata a questa meravigliosa arte nell'ottobre del 1988.
Ho fatto parecchi altri lavori, ma non ho mai pensato di fotografarli prima di darli via. Così mi rimangono solo delle vecchie foto di lavori fatti per me e mia figlia, ma alcune sono sfocate.
Ho ancora delle foto di lavori natalizi che però posterò dal primo di dicembre.


Questo modello di giacca in jeans era di moda alla fine degli anni ottanta (io l'ho avuta in regalo nel 1987!). Chi se le ricorda saprà che queste giacche avevano un'orribile decorazione con perline e paillettes in oro e argento che ricadeva dalla spalla in giù (e pensare che piacevano tanto). Ad un certo punto mi ero stufata, l'ho tolta e ho ricamato al suo posto questo glicine. Lo so, non è che la cosa sia migliorata di molto, ma non esisteva nessun altro schema che mi coprisse il segno lasciato dalla precedente decorazione (infatti, se guardate bene, si vede un brutto segnaccio bianco)



In ogni caso, l'ho usata ancora per molto.


Non ricordo quando, ma so che era per un regalo natalizio che ho fatto a mia mamma: le acquistai una borsetta molto carina scamosciata in varie tinte (verde, bordeaux e nera) che aveva la custodia in uno strano tessuto che sono riuscita a ricamare. Così le ho fatto due regali in uno!





Vi ricordate quelle bellissime felpe della Benettòn in colori pastello? Erano di moda nei primi anni novanta, se non ricordo male, e facevano anche delle fichissime tute estive con il polsino largo alla caviglia che si portavano con le Superga colorate.
Io ricevetti in regalo una di quelle famose felpe che ho indossato per molti anni, alla fine la ringiovanii con un ricamo di lumachine. Ce l'ho ancora, ma non la metto più perchè il ricamo mi sembra troppo infantile per la mia età e mia figlia non porta roba "larga"!!!





Magliettina estiva per Francesca, con ricamati due cuori attraversati da una freccia



Ha usato questa maglietta per parecchi anni e dovrei avercela ancora da qualche parte. Se la trovo riposterò il ricamo più da vicino.
 

Un pagliaccio per allietare la cameretta di mia figlia (ora è appeso in cantina!!!). Si vede che è uno dei primissimi lavori, forse fatto nell'88, ricamato su un'Aida economicissima, quindi molto pacchiana e sfilacciosa. Purtroppo non c'erano ancora quelle meravigliose stoffe che usiamo oggi!



Eppure, quando lo feci, mi piaceva moltissimo!


Ultimi lavori per oggi:
questo sacchetto per le scarpe da ginnastica l'ho ricamato per mia figlia, con le lettere dell'alfabeto (che proseguono sul retro). Andava alle elementari, quindi non ricordo bene l'anno ma era il '91 o '92.
Il coprivassoio, l'ho ricamato nell'estate del ? boh! Anche questi sono schemi tratti da "Le idee di Susanna".

sabato 24 novembre 2007

Bordi all'uncinetto.

In questi giorni non sto ricamando niente di speciale, cioè, in realtà sto ricamando il regalo di Natale per mia sorella che non è proprio natalizio, ma, anzi, una cosa (delle cose) che ho io in casa e che a lei piacciono molto. Per il momento non dico e non mostro di più, perchè altrimenti la sorpresa è rovinata, ma sto andando abbastanza spedita perchè sono dei ricami molto semplici e veloci.
Allora non posso fare altro che mostrarvi dei bordi all'uncinetto, che ho fatto per il mobile del soggiorno in arte povera, che mi sono completamente dimenticata di postare. Secondo me sono bellissimi e molto semplici


Adoro lo stile della "nonna", quindi un mobile, secondo me, non è perfetto se non ha quel tocco di antico che solo un pizzo può dare


Ho un gran casino, in questo periodo, in soggiorno (colpa di Bianca), quindi mi scuserete se ho fotografato il mobile dalla metà in su (sotto si intravvedevano giocattoli sparpagliati e plaid buttati a casaccio)!
Da domani vorrei postare dei vecchi lavori di cui ho solo le foto, scanner permettendo.

sabato 17 novembre 2007

Cuoricini imbottiti.

In questi giorni non sto molto bene: ho un misto di stanchezza, mal di gola, atroce mal di testa e principio d'influenza. La notte non riesco a dormire, tanto mi duole la schiena e mi è perfino venuto un crampo al polpaccio (l'altra notte, mentre mi rigiravo nel letto) tanto forte, che ieri ho zoppicato per tutto il giorno. Detto questo, capirete perchè ho trascurato il blog e i ricamini che stavo facendo mercoledì, a favore del lavoro da cui, purtroppo, non posso permettermi di assentarmi. Quindi nei momenti liberi ho cercato di riposarmi. Ma stamattina sono riuscita a finire tutto. Sono cinque cuoricini imbottiti che ho cercato di rendere più rustici che potevo. Mi hanno fatta tribolare parecchio, perchè non riuscivo a rigirarli, tanto sono piccoli, e si sfilacciavano in continuazione. Mi piacerebbe proprio sapere come fanno le altre a cucire cuoricini, a rigirarli, a imbottirli e a ricucirli a mano senza che si veda la cucitura! Forse l'apertura va lasciata dietro, anzichè di lato? Ma dopo come si nasconde? Qualcuna mi può dare un consiglio? Comunque questo è quello che sono riuscita a fare e mi consola il fatto che sono proprio come li volevo!

 
 

(la stella non c'entra niente, l'ho acquistata per un'eventuale composizione natalizia)


Ah, a proposito, oggi mi è arrivato il De fil en aiguille in cui, purtroppo, ci sono altri piccoli cuoricini meravigliosi che avrei potuto ricamare al posto di questi, infatti l'istinto mi diceva di aspettare, ma le mani avevano fretta di finire (e poi  non ci si può fidare delle Poste!)


PS: bellissimo anche questo.


Ora vi lascio per andare a riposarmi e non so quando riuscirò a rifarmi viva. Un bacionone a tutte.

giovedì 15 novembre 2007

Sto facendo una cosina...

    ... ma non vi dico ancora cos'è!



E' un esperimento, vediamo se riesco a realizzare l'idea che ho in testa.
PS: non si vede bene, ma il lino è giallino.

mercoledì 14 novembre 2007

Finito il Miniature.

Eccolo qui: piccolo ma carino, veloce, adatto a "tappare un buco" fra i quadri grandi!

 

Come vi ho già detto, ho ricamato su lino 1 su 1, la cornicetta l'ho tratta da "Petits points & Toile de lin" e la mia iniziale da "Alphabets anciens".

lunedì 12 novembre 2007

S. Martino.

Nel pomeriggio siamo stati a Prosecco (TS) perchè ci sono le bancarelle per la festa del Patrono. Non vi dico quanta gente! E quanta si conosce e si saluta! Ho perfino incontrato mio fratello con la compagna e la loro figliola. Comunque: faceva freddo, Bianca era irrequieta ed io non vedevo l'ora di ritornare a casa. Siamo stati via dalle 13.30 alle 17.00, un supplizio per me. Ho talmente tante idee per la testa e tanta voglia di fare, che non sopporto più l'idea di uscire, specialmente se devo patire il freddo (e poi oggi sarebbe stato l'unico giorno in cui posso lavorare in pace). Ma almeno mia figlia ha evitato di prendere il treno e se ne è scesa a Trieste con la 4 da Opicina. E' arrivata a casa prima lei di noi, tanto era il traffico che abbiamo trovato per strada!
Ma guardiamo il lato positivo della cosa:



 

Io vado matta per questo genere di cose: amo il legno ed amo le cosine carine. E' un grazioso mobiletto che ancora non so come utilizzare, ma non potevo lasciarlo lì, visto che c'era lo sconto del 25% per la festa del Patrono!!!

 
Ed ora il lavoro in corso



Devo ancora scegliere il carattere per la mia iniziale.

   Rispondo a Maria che mi chiede cos'è sta storia dei cuori: niente, solo che ho visto in qualche blog delle collezioni appese a dei ganci e me ne sono innamorata. Ho aggiunto altri cuori che ho trovato nella scatola dei gingilli di Natale e li ho leggermente modificati per renderli più rustici. Diciamo che è un vezzo in più per abbellire una parete vuota



Infine, ieri sera, ho miracolosamente trovato questa rivista francese nell'edicola vicino a casa mia (e meno male che la signora mi aveva detto di non conoscerla e che lei non tratta riviste francesi!)



Ha delle idee carine per Natale.

11 novembre 1907.

100 anni fa, esattamente oggi, si sposavano i miei nonnini, i genitori di mia mamma. Lo scrivo solo per me, per ricordarlo. Mio nonno è morto quando mia mamma aveva 6 mesi, mia nonna quando io avevo 3 anni, ma ancora la ricordo ed è sempre nel mio cuore.
Questa è l'unica foto che ho di lei

 💘

sabato 10 novembre 2007

Bambolina.

Stamattina mi è venuta una gran voglia di cucire a macchina, così ho pensato di realizzare questa bambolina che in realtà doveva essere un angioletto profumato, free di Un mondo di fantasia, ma io l'ho semplicemente imbottito. Come al solito, ho tutto quello che NON mi serve, quindi NON ho quello che mi serve!!! Ho fatto i capelli beige (leggi biondo chiaro) perchè non ho lane marroni ma rosa, azzurre, blu, verdi, ecc... E non ho fatto le ali perchè è solo una prova. Ora che so come si fa ne farò delle altre


   Ho visto in qualche blog delle collezioni di cuori, così ho pensato di farne una anch'io, visto che ne ho alcuni sparsi per casa ed altri vorrei cucirne io. Eccola nella fase iniziale


giovedì 8 novembre 2007

Sono stata nominata...

... da Lara, Emily e Mariarita per un giochino che non voglio considerare catena, perchè come sapete sono contrarissima, ma non posso esimermi tutte le volte. Ormai conoscete tutto di me e stanotte, invece di conciliarmi il sonno, la ricerca di ancora 8 cose che non sapete di me, mi ha fatto rimanere sveglia!

Questo il regolamento:
Regola 1: postare il regolamento;
Regola 2: parlare di otto fatti a caso curiosi o che non si sono mai raccontati nel blog che riguardino se stessi in un post dedicato;
Regola 3: scegliere altre otto persone da nominare e dire loro che sono state nominate.


1. Sono nata con una voglia di cioccolato in testa e da quella macchia mi sono sempre cresciuti capelli bianchi.

2. Ho una cicatrice sulla fronte a forma di triangolino che mia mamma mi fece quando avevo 3 anni tirandomi dietro un pentolino (o qualcosa del genere, non ricordo ma non glielo chiedo perchè non vorrei che si arrabbiasse sapendo che l'ho rivelato al mondo!!!), perchè l'avevo fatta arrabbiare. Da quella volta l'ho ascoltata sempre ed ho cercato di essere un modello di figliola.
Rettifica delle 16.00: ero al telefono con mia mamma e con nonchalance le ho chiesto cosa mi avesse tirato sulla fronte per lasciarmi quel segno. Mi ha detto che era una bambola di quelle in metallo con la base rotonda che dondolano e fanno dlin, dlon! Immediatamente me la sono ricordata: era rosa fucsia e rossa. Certo che fare le bambole in metallo... Comunque mia mamma ha ancora un forte rimorso: ettecredo!


3. Ho una paura tremenda dei tacchini: da piccola, a casa degli zii, sono stata inseguita da un grosso "dindio" che era più grande di me! Giuro che non l'avevo assolutamente istigato.

4. Il primo innamoramento l'ho avuto a 13 anni per un ragazzino biondo con gli occhioni azzurri di nome Gianluca. Lui non l'ha mai saputo.

5. Durante i miei anni adolescenziali ero gelosa dei miei piccoli segreti (tra i quali un diario) come penso sia normale, e, siccome già lavoravo ed il mio armadio rimaneva incustodito per tutto il giorno, misi una catena con lucchetto "antisorella". Lei se l'è presa moltissimissimo (vuol dire che avevo ragione di credere che andava a sbirciare in mia assenza!).

6. Ebbene sì, ho fumato anch'io per qualche annetto: fortunatamente sono stata talmente male che ho smesso di colpo ed ormai sono passati quasi vent'anni dall'ultima cicca e non sopporto più nemmeno l'odore "lontan un chilometro".

7. La mia prima macchina fu una Fiat 850 beige, "mitica"! Me la regalò il mio primo marito (allora fidanzato) che l'aveva acquistata da un amico per 85.000 Lire!!! Un scassone che però mi ha portata dappertutto. Finchè, dopo sposati, mio marito non decise di darla a mio fratello che, dopo neanche un mese, la distrusse. Ho pianto molto.

8. Sono appassionata di cruciverba, rebus e tutto quello che allena il cervello. Per questo acquisto tutte, e dico tutte, le settimane  l'inimitabile "La Settimana Enigmistica" e la conservo ormai da 10 anni (ne ho 3 scansie piene zeppe): questo perchè è l'unico giornale rimasto intatto come 50 anni fa! I disegni dei rebus mi fanno tornare bambina! A me ed a mia figlia ci piace fare a gara il sabato sera davanti alla tele su chi finisce per prima lo stesso cruciverba.

Bene, ora dovrei nominare 8 di voi e siccome non so chi sia già stata nominata e chi no, dico 8 nomi a caso:


Anna Paola
Carmen
Francesca OK
Gioacchina OK
Ilaria
Lucy OK
Monica OK
Silvia

Ovviamente non obbligo nessuna, fatelo solo se ne avete voglia.

Miniature.

    

Si legge in francese, tratto dal libro "Petits points & Toile de lin". Ho trovato una splendida cornicetta traforata a metà prezzo perchè mancante del pezzo d'appoggio (ma tanto io devo appenderla) e mi è venuta l'idea di un ricamo delicato 1 su 1. Ho scelto un lino beige scuro ed il moulinè bianco


Non so perchè ma non risalta per niente, anzi, sembra beige pure il filo: praticamente quando alzo gli occhi dal ricamo c'è nebbia fitta intorno a me!!!


Al centro vorrei ricamare la mia iniziale al posto dell'alfabeto proposto nel libro, ma devo ancora decidere.

Oggi è stato un giorno speciale: abbiamo portato Bianca dal "parrucchiere" per il suo primo bagnetto! Purtroppo da noi non si lascia lavare nemmeno il musetto, quindi è stata una scelta obbligata e pure costosetta. Meno male che non bisogna lavarla spesso! Le hanno pure tagliato le unghiette, lavato le orecchie e tagliato la frangia. E' uscita così



Scusate la foto, ma non si lascia fotografare, cioè si mette in posa ma al momento dello scatto si sposta veloce come un fulmine: questa è l'unica in cui si vede bene l'acconciatura con fiocchetto rosa. Ci riprovo domani. Ciao a tutte.

PS: sono stata nominata per un giochino in cui dovrei dire 8 cose di me che non sapete, ma credo che ormai sappiate tutto di me. In ogni caso appena me ne vado sotto le coperte ci penso (magari questo mi concilia il sonno) e domani vi faccio sapere.

domenica 4 novembre 2007

Bordini con rose gialle.

Ho ritrovato il primo ricamo "serio" che ho fatto quando sono stata contagiata da questa meravigliosa arte: sono due bordini ricamati con delle roselline gialle tratte, credo, da qualche "Le idee di Susanna" perchè quando ho iniziato nel 1988 leggevo solo questa rivista. Ora campeggiano sulle mensole del mobile del soggiorno a casa di mia mamma


venerdì 2 novembre 2007

Monte S. Michele.

Insomma, ieri, con quella splendida giornata calda ma a tratti infastidita da refoli di bora gelida, non si poteva certo rimanere chiusi in casa, specialmente per Bianca. Ecco come si presentava il cielo 



Ma non si sapeva dove andare così, dopo mille discussioni, abbiamo optato per Monte S. Michele, teatro della prima guerra mondiale e luogo pieno zeppo di trincee (c'è anche un museo con i cimeli di guerra). Non ci andavamo da parecchi anni e non ricordavo fosse così bello, specialmente in questa stagione. Ma lascio parlare un po' di foto




















Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...